La storia

La costituzione della Società “Autostrada dei Fiori S.p.A.” è datata 30 luglio 1960. La prima Convenzione di Concessione da parte dell’ANAS risale al febbraio 1963. Gli obiettivi della Società risultarono così fissati: progettazione, costruzione ed esercizio dell’autostrada Ponte S. Luigi – Savona (come era allora definita), nonché d’altre autostrade e/o strade extraurbane.

La progettazione si svolse tra il 1962 ed il ‘66. Alla posa della prima pietra, il 12 febbraio 1965, seguì la complessa fase della costruzione fino al 1971. I primi tratti autostradali furono attivati il 13 luglio 1969, l’esercizio completo il 6 novembre del ’71.
Risultò realizzato in un tempo brevissimo, considerata la mole delle opere, il segmento Savona/Ventimiglia (Confine francese) della direttrice A10 Genova/Ventimiglia, di 113,3 km., comprendente, stante l’ardua orografia del territorio, ben 90 viadotti e 67 gallerie: il tracciato usufruisce oggi di 11 aree di servizio ed 8 parcheggi, di cui 3 attrezzati come aree verdi di riposo (Piccaro Nord, Feglino Sud e Gorleri Sud). Il costo inizialmente previsto di 118 miliardi (1963) risultò poi essere di 271 miliardi (1973).

La scadenza della 1° concessione fu fissata al 2 novembre 2003. Alla data del 9 giugno 1992 veniva perfezionata una Convenzione Aggiuntiva, finalizzata al potenziamento di alcuni collegamenti fra la viabilità ordinaria e quella autostradale; in ottemperanza agli impegni assunti la Società, attraverso consistenti interventi finanziari, realizzava i previsti collegamenti a Ventimiglia, San Remo ed Albenga ed otteneva la prima proroga della concessione al 31 dicembre 2013.

Il 27 luglio 1999, fra la Concessionaria e l’Ente Nazionale per le Strade (ANAS), in sede di revisione, veniva stipulata una nuova Convenzione di Concessione che fissa la nuova scadenza al 30 novembre 2021. Il 2 settembre 2009 Autostrada dei Fiori firmava il nuovo schema di Convenzione Unica con l’Ente Nazionale per le Strade (ANAS), diventato operativo con la sottoscrizione dell’Atto di recepimento delle prescrizioni formulate dal Cipe del 13 maggio 2010.
La data di scadenza della Concessione è rimasta invariata al 30 novembre 2021.